Lydia Cottone e “L’ARTE E IL PRENDERSI CURA”

By 6 giugno 2013News
page-0

Anche nella nostra pratica clinica  ci siamo sempre nutriti di Memoria e di Arte per aiutare la vita, per accompagnare la fioritura di emozioni positive, per testimoniare armonie ricche di bellezze e di possibilità di benessere, specialmente nei momenti traumatici che attraversano chi è in condizione di debolezza, fosse momentanea o anche più strutturale e severa.

L’arte aiuta la cura e la ripresa ma ancor più aiuta a prevenire la chiusura dell’Umano e il degrado della natura, aiuta nella ricerca della luce, aiuta  la visione e la costruzione del miglioramento delle condizioni di vita, aiuta le relazioni tra gli uomini e allarga le possibilità di un’esistenza migliore e tiene memoria della saggezza fatta anche di maestria, che sa trascendere, guardare e sentire oltre.

Un convegno a Salerno che riguarda l’artista napoletana e internazionale 

Prof. Lydia Cottone
dal titolo “L’ARTE E IL PRENDERSI CURA”

Ecco con le sue opere presente tra noi oltre la morte fisica, l’artista Lydia Cottone  che  è autrice del monumento in acciaio a Salvo D’acquisto in piazza Carità a Napoli  ed è autrice di diverse opere scultorie presenti in varie piazze di città come Oslo, Copenaghen, San Pietroburgo, Mosca, Torino, etc. Attraverso l’attività di ‘prendersi cura’  mia e degli amici dell’Associazione che ci unisce,  abbiamo ed ho avuto modo di occuparmi anche del marito ed erede dell’artista Lydia ( Mario Gentile), accompagnandolo nei suoi ultimi dieci anni di vita fatta anche di tribolazioni, con interventi chirurgici e clinici seguiti con competenza e amorevolmente dal punto di vista umano e medico dalla Dottoressa Marcuccio, che ha fatto sempre da referente di fiducia per integrarne tutte le cure. Mario Gentile, che è diventato per noi tutti zio Mario,  ha desiderato affidare a me come persona di fiducia il compito di prendermi cura di 149 opere pittoriche e scultorie di Lidia Cottone affinché non fossero disperse e siano usufruite e a disposizione del pubblico. La Sovraintendenza ai Beni Culturali di Salerno, anche grazie a nostri amici che hanno preso a cuore la causa, si sta adoperando per acquisire, tutelare ed esporre le opere, che tra l’altro hanno anche un valore economico, ma siamo solo all’inizio dell’iter burocratico. Il convegno ne rappresenterà un ulteriore momento per onorare la memoria dell’artista Lydia Cottone che attraverso il suo profilo artistico ed umano ci ha lasciato esempio di vita , amore e generosità concreta nonché tante opere realizzate anche per le Istituzioni. Convegno anche in onore di un’ artista e di Mario che sono persone da me conosciute profondamente e capaci di lealtà, affetto e generosità umane che non lasciano indifferenti.

Interventi al convegno del 6 giugno 2013 al Circolo Canottieri Irno di Salerno:
Giuseppe Russo:  La cura, l’arte e la vita.
Fortuna Marcuccio:  Arte, Associazione, Cura e Donazione.

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Follow by Email
Facebook
Google+
http://www.nemeton.it/web/lydia-cottone-e-larte-e-il-prendersi-cura
Twitter